Il bello di Napoli a portata di Sano Sano

Divenuto famoso per la sua cucina salutare e per l’alta qualità delle materie prime utilizzate, il ristorante Sano Sano vanta tra i propri punti a favore anche la collocazione nel cuore di Napoli. Situato in via Santa Brigida, una traversa della centralissima via Toledo, il locale consente agli avventori una pausa a base di alta gastronomia nell’ambito di un tour nei luoghi più famosi, caratteristici e suggestivi della città.

Sui Quartieri il saluto a Maradona

Proviamo quindi a immaginare la giornata di un turista che sceglie di fermarsi a pranzo o a cena da Sano Sano. Prima tappa della giornata possono essere certamente i Quartieri Spagnoli, distanti poche decine di metri dal ristornate. Qui ogni vicolo è sinonimo di bellezza, fascino e storia. E in uno dei tanti slarghi che si incontrano, quello di via Emanuele De Deo, si può ammirare il murales dedicato a Diego Armando Maradona, divenuto una sorta di altare pagano dopo la morte del Dio del calcio. Il resto della mattina può essere senz’altro dedicata a una visita a Palazzo Reale, che da via Santa Brigida dista non più di duecento metri. Il percorso prevede il passaggio davanti al San Carlo, il più antico teatro lirico italiano. Mentre è d’obbligo una passeggiata in piazza del Plebiscito, sulla quale si affaccia ancora il Palazzo Reale.

La storia in un bar

La pausa caffè non può che essere fatta all’Antico Caffè Gambrinus, locale storico di Piazza Trieste e Trento, che, per restare agli anni più recenti, ha annoverato tra i suoi ospiti l’ex presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton, tutti i presidenti della Repubblica Italiana, da Cossiga in poi, capi di governo e ministri.

Dopo un pranzo Sano Sano una passeggiata accanto al mare

A questo punto ci si può dirigere da Sano Sano, sapendo che la qualità della cucina non appesantirà, né quindi condizionerà, la passeggiata pomeridiana che può imboccare due direzioni opposte. Tornando verso piazza del Plebiscito la si può oltrepassare e raggiungere via Partenope. Da qui è solo una questione di allenamento e resistenza, perché siamo sul lungomare e possiamo percorrerlo per i circa quattro chilometri che conducono fin alle pendici della collina di Posillipo. Lungo il tragitto si incontrano il caratteristico Borgo Marinari, la Villa Comunale, gli ormeggi di Mergellina, fino agli chalet dove gustare un altro ottimo caffè.

Una camminata al centro storico

Nel secondo itinerario la tappa iniziale può essere il Maschio Angioino, l’antico castello affacciato sul molo Beverello, da dove partono gli aliscafi per le isole del golfo e dove attraccano ogni giorno navi da crociera provenienti da tutto il mondo. Risalendo poi verso il Corso Umberto si raggiunge, in poco più di dieci minuti di cammino, la sede dell’università Federico II e da qui, percorrendo via Mezzocannone si raggiunge piazza San Domenico Maggiore e la parte più antica della città. Tornando verso via Santa Brigida con l’intenzione di sedersi ancora ai tavoli di Sano Sano per la cena ci si può allungare in via Chiaia fino a piazza dei Martiri per lo shopping tra le boutique più esclusive di Napoli.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.